Visitare Stintino: la città

Visitare Stintino: la città

Situato nell’estrema punta della Sardegna, a nord – ovest, il Comune di Stintino possiede una delle coste più affascinanti dell’intera Regione. Visitare Stintino permette di ammirare spiagge dalla sabbia bianchissima, acque cristalline e uno dei mari più belli dell’intero Mediterraneo, come la notissima spiaggia ”La Pelosa”.

Con i suoi panorami mozzafiato, lontano dalle città più grandi, Stintino è visitato dai turisti di tutto il mondo; affascinati dalla natura selvaggia e incontaminata che circonda l’accogliente centro abitato.

Il punto forte della piccola città, infatti, è proprio quello di trovarsi lontana dai più grandi centri urbani dell’isola, immersa così in un paradiso bucolico e marittimo che si preserva ancora inalterato.

Origine di Stintino

Del resto l’entroterra delle spiagge di Stintino era del tutto disabitato fino a poco più di un secolo fa. Di fatto, sono pochi i centri urbani di cui si conosce esattamente la data di fondazione: nel caso di Stintino, si tratta del 15 agosto 1885, giorno in cui il Governo italiano decise di istituire sulla vicina Isola dell’Asinara una stazione sanitaria marittima di quarantena e una colonia penale.

Per fare questo, però, era necessario sloggiare le 45 famiglie che abitavano l’isola: grazie ad una modesta ‘regalia’ di 750 lire e soprattutto ad una forza di volontà inimitabile, la comunità di sfrattati costruì nel giro di pochi anni un nuovo centro urbano nelle prossimità di Capo Falcone.

Nasceva così, dunque, questa meravigliosa cittadina.

Visitare Stintino: il turismo

Dopo il boom economico degli anni Sessanta, legato a importanti interventi immobiliari, oggi Stintino è sempre più un paese a vocazione turistica, anche se uno dei tratti più importanti del piccolo borgo è sempre stata l’attività di pesca. Ad oggi, la piccola pesca viene esercitata da un limitato numero di barche.

Il MuT – Museo della Tonnara di Stintino, la regata della Vela Latina, il palio remiero, la processione in mare in onere della Madonna della Difesa e i tanti eventi culturali e turistici fanno di Stintino un paese unico nel Mediterraneo, non solo per le bellezze naturali, ma soprattutto per la diffusione della cultura e della civiltà del mare.

Nel caso in cui sia indeciso sul periodo migliore per poterla visitare ci trovi concordi: una realtà simile è perfetta tutto l’anno. In particolare modo da aprile ad ottobre inoltrato.

Il clima a Stintino e dintorni è perfetto in questo periodo dell’anno, quel tanto per stimolare le gite fuori, e quando il sole batte forte, anche i bagni fuori stagione sono possibili.

Ma quali sono i luoghi da visitare assolutamente a Stintino? E quali sono le esperienze imperdibili che il piccolo borgo offre?

Sicuramente  non si può non fare un giro nel cuore del paese, durante il giorno o magari dopo una cena a base di pesce fresco  per godere dei suoi scorci sul porto e delle luci che si riflettono sul mare; immancabile  la visita alla piazza principale  ( denominata piazza dei 45 ) e  da ultimo,  imperdibile la visita   al museo della Tonnara (MUT) inaugurato nel 2016 che con cimeli, testi e immagini racconta la storia della Tonnara di Stintino ma anche delle tonnare del Mediterraneo, oltre a presentare studi scientifici sulla tipologia di tonno pescato in questa zona.

Cosa fare a Stintino

Dopo una visita alle varie spiagge (Ezzi Mannu, Coscia di Donna, le Saline ecc…),

tra cui la famosissima Pelosa, non puoi farti mancare:

  1. Escursione giornaliera in catamarano all’Asinara …

con partenza dal porticciolo dell’Ancora, passando per l’isola piana, fino al parco nazionale e area marina protetta dell’Asinara!

L’ escursione diurna ti consentirà di trascorrere una giornata unica…

In primavera, estate o autunno inoltrato è possibile godere dei panorami mozzafiato della costa che da Stintino fino all’ area parco regala   colori e profumi ineguagliabili…

Tra natura e storia … con la possibilità di varie soste bagno (immergendosi “in esclusiva” in acque a ridosso di piccole cale paradisiache circondati da calcare e granito) e una sosta a terra che consentirà di vivere l’isola ancora incontaminata (passeggiare tra asini – tra cui i tipici bianchi – e cavalli allo stato brado, vedere il super carcere di Fornelli, e visitare il centro di recupero delle tartarughe marine)!

Vivere il mare a 360 gradi, con la possibilità di navigare a vela, fare snorkelling in acque cristalline e, con un pizzico di fortuna, avvistare i delfini!!

Un pranzo di mare a bordo del catamarano, un buon calice di vino e un dolcetto tipico finale renderanno l’escursione straordinaria!!

La fine della giornata permetterà anche una sosta bagno nelle acque della Pelosa, senza doversi immergere nel caos della spiaggia …

E si… ho detto proprio da marzo fino a fine ottobre. In Sardegna è possibile fare il bagno in tutti questi mesi le temperature permettono, di fatto, di poter godere delle bellezze del territorio non solo nei mesi più caotici dell’estate!!

  1. Escursione in catamarano al tramonto

Sempre con partenza da Stintino – porticciolo dell’Ancora -, un tour tra la pelosa e le piscine naturali di Fornelli, per farvi assaporare l’emozione della Costa sul finire del giorno, uno dei momenti più belli della giornata per uscire in barca.

I tramonti sono quanto di più spettacolare la natura possa offrire e la tavolozza dei colori e delle tonalità che spaziano dall’arancio al giallo, dal rosso, al porpora, allieterà i vostri occhi e lascerà impressa nella vostra memoria la cartolina indimenticabile della vostra vacanza in Sardegna.

L’ escursione   al tramonto è un’escursione imperdibile, per gli appassionati della natura, per i cultori della bellezza mozzafiato, per gli esteti ed i romantici, ma anche per chi vuole regalarsi un aperitivo diverso dal solito!

Escursione ideale per coppie o piccoli gruppi di amici che desiderano godere del momento più piacevole e romantico della giornata.
Potrete assaporare il piacere di navigare nella brezza tiepida della sera e godere delle luci degli innumerevoli luoghi della costa, degustando un prosecco e prodotti tipici!!!

Anche nel tour serale non mancherà la possibilità di fare dei bagni rinfrescanti e dello snorkelling, immersi in acque, definite come le più belle al mondo!!

Torna in alto
Apri WhatsApp
Prenota la tua gita in catamarano
Ciao,
prenota la tua escursione in catamarano, scrivimi qui su WhatsApp